Influencer Marketing nelle Strategie di Comunicazione

Viviamo in un mondo popolato da Influencer. Questa figura negli ultimi anni ha confermato la sua importanza all’interno delle strategie di comunicazione, sono molte le Imprese che hanno raccolto i benefici nell’affidare la pubblicizzazione dei propri prodotti ad una ” Star dei Social “.

Sfruttare un Influencer offre molti vantaggi tra cui il rafforzamento della posizione dei propri prodotti, con un conseguente aumento della Brand Awarness e del livello di fiducia che i nostri clienti hanno per il nostro Brand. Ma non è sempre così facile…

Chi è un Influencer?

Partiamo da una Metafora per rendere il concetto molto più semplice :

” Adori gli Iphone, da 7 anni compri Iphone, anche se i tuoi genitori continuano a dirti che non vanno bene e costano troppo… Questa mattina Gianluca Vacchi con un Post ha fatto sapere a tutti che non comprerà mai più Iphone perchè costano troppo, passerà a Samsung. Il tuo prossimo cellulare sarà Samsung. “

I 3 tipi di Influencer

Sono i player principali e possono essere considerati un brand in sé. Sono attori del cinema e della TV, star dello sport e della musica e campioni di social media con 1 milione di follower o più.

Everyday (le persone comuni)

Questo è il livello più basso, ma conta più rappresentanti degli altri due messi insieme. Questi player, tra cui potresti trovare i tuoi dipendenti o perfino clienti, hanno tra i 500 e i 10.000 follower.

Micro Influencer

Per essere definiti “ufficialmente” micro influencer bisogna avere una fan base che vada dai 3.000 ai 100.000 follower. I micro influencer infatti vantano un livello di engagement medio del 4% proprio perché solitamente è legato ad una tematica specifica o ad esempio mostra le bellezze di una città.

Influencer

Questo è il termine più generico per indicare una persona che ha un’influenza sui propri follower… Solitamente questi utenti utilizzano più piattaforme social, sia Facebook che Instagram ed attuano accordi a pagamento per la creazione dei loro contenuti, ma al contrario di quello che forse si potrebbe pensare creano solo l’1.6% di engagement verso i follower. Nella maggior parte di questi casi gli utenti lavorano tramite compenso (sotto varie forme come denaro e scambio merce).

Conclusioni

In conclusione il mondo degli Influencer integrati nelle strategie di Marketing è in crescita continua, per molte aziende stanno portando, in alcuni casi, anche ad un aumento del 20% del fatturato.

Come ogni cosa questo tipo di attività ha anche i suoi contro, raggiungendo in alcuni casi costi esorbitanti con il rischio di non ottenere risultati sperati.